“IL TEMPO DEL PRESENTE E’ CONTENUTO NEL TEMPO DEL PASSATO.”

Thomas Stearns Eliot

 

La nostra scuola e’

… scuola autonoma, parificata (legge 62/2000), che fornisce quindi servizio pubblico

… scuola di ispirazione cristiana, con al primo posto i valori della vita, dell’accoglienza, della solidarietà, della condivisione,della pace e di tutto quanto può rendere più bella la convivenza.

…scuola la cui gestione è affidata ai Genitori dal 1976 che si sono costituiti in associazione

…costituita da 6 SEZIONI ETEROGENEE alla Scuola dell’infanzia e 4 GRUPPI al Nido

…sostenuta dal lavoro di 8 insegnanti alla scuola dell’infanzia, 4 educatrici al nido, 1 cuoca, 5 ausiliarie, 1 segretaria, 1 coordinatrice didattica

…associata FISM di Verona: la Federazione Italiana scuole Materne

 

Riferimenti sintetici alla storia della scuola

La scuola è sorta nel 1872 nel Comune di Soave per opera dell’ Arciprete don Antonio Locatelli, l’allora parroco della cittadina murata, che utilizzò alcuni piccoli edifici riadattati allo scopo, venne successivamente ampliata con il concorso dell’intera cittadinanza e con il supporto costante della Congregazione di Carità presieduta da don Fiorenzo Castagnedi.

Nell’anno 1878 venne così pubblicamente inaugurata la Scuola dell’Infanzia con il benestare di Sua Maestà Umberto I che la poneva sotto il patronato di Sua Altezza Reale il Principe di Napoli, dal quale la Scuola stessa prese il nome.

Nel corso degli anni l’edificio che ospita la Scuola, pur mantenendo le strutture architettoniche originarie, ha subito diverse modifiche e migliorie, atte a rendere la struttura funzionale e rispondente alle normative vigenti.

 

LA SCUOLA DELL’ INFANZIA

La scuola dell’infanzia accompagna il bambino a scoprire diversi CAMPI D’ESPERIENZA per ciascuno dei quali sono previsti dei traguardi per lo sviluppo della identità, autonomia e competenza; cittadinanza attraverso il GIOCO, l’ESPERIENZA DIRETTA, il procedere per TENATIVI ed ERRORI, valorizzando ed estendendo la  naturale CURIOSITA’, creando OCCASIONI DI APPRENDIMENTO.

La programmazione viene elaborata dalle insegnanti all’inizio dell’anno scolastico e completata in itinere per renderla il più possibile flessibile e aperta alle esigenze dei bambini; viene esposta e condivisa con le famiglie.

 

Tiene conto dei seguenti criteri:

  • continuità educativa rispetto alla famiglia di provenienza
  • riferimento alle normative ministeriali
  • analisi dell’ambiente culturale e sociale in cui si colloca la scuola
  • esperienze con le realtà del territorio

 

 

Il NIDO

Il Nido integrato “Il Castello Incantato”  è una agenzia educativa riconosciuta e promossa dalla Regione Veneto (L.R. 32/90 22/02) che opera all’interno della Scuola dell’Infanzia “Principe di Napoli”. Il servizio accoglie bambini dai 3 ai 36 mesi suddivisi in  gruppi di età omogenea, seguiti da personale educativo in possesso di regolare titolo di studio.

L’identità del servizio è sostenuta e alimentata da una pedagogia della relazione e degli spazi, capace di tracciare modelli educativi che stimolino lo sviluppo affettivo e relazionale dei bambini. L’esperienza al nido è per il bambino una fondamentale possibilità di espressione di se stesso e della propria crescita.

Obiettivo principale del nostro nido è quello di offrire ai bambini un luogo di formazione, cura e socializzazione, nella prospettiva del loro benessere psicofisico e dello sviluppo delle loro potenzialità cognitive, affettive e sociali. Nello specifico abbiamo cura di:

–  Rispondere ai reali bisogni dei bambini: bisogno di conoscere, di instaurare relazioni affettive      significative, di crescere verso l’autonomia, di acquisire e affinare gli strumenti per comunicare, di sviluppare le capacità percettive e motorie.

–  Accogliere le caratteristiche di ciascun bambino come ricchezza,

–  Rispettare i ritmi individuali, motori, cognitivi e fisiologici di ogni bambino.

–  Creare un rapporto di collaborazione e di crescita tra famiglie, educatori e comunità.

 

LE SCELTE EDUCATIVE

Le scelte educative della scuola sono espresse nello Statuto, nel Progetto pedagogico e nella Progettazione educativo-didattica.

 

LO STATUTO

Indica, insieme ad altri aspetti legati alla vita dell’Associazione che ha dato origine alla nostra scuola, i fini che identificano la valenza educativa del servizio offerto in risposta ai bisogni educativi della comunità.

IL PROGETTO PEDAGOGICO

È il documento attraverso cui l’Ente gestore definisce ed esplicita gli indirizzi pedagogici da promuovere con particolare attenzione e cura, nel quadro complessivo del percorso previsto per i tre anni di frequenza alla scuola dell’infanzia . Il Progetto pedagogico è strumento per la condivisione consapevole degli aspetti pedagogici da privilegiare e opportunità per promuovere la collaborazione attiva alla vita della scuola.

LA PROGETTAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

Viene elaborata ogni anno dalle insegnanti con riferimento alle Indicazioni Nazionali per il Curriculum. Nel quadro delineato dagli Orientamenti le insegnanti individuano le proposte per l’attività dell’anno, tenendo conto degli indirizzi espressi nel Progetto pedagogico di scuola, degli aspetti innovativi introdotti dalla formazione, dei percorsi e progetti attivati con i bambini, delle risorse e proposte del territorio.

ORGANI COLLEGIALI

Assemblea generale genitori (Scuola dell’Infanzia e Nido Integrato);

Comitato di Gestione eletto dall’Assemblea dei Genitori

Collegio dei Docenti;

Assemblea di sezione dei genitori.